Genova non disgrazia , bomba ad orologeria annunciata

Il crollo del ponte Morandi a Genova dimostra ancora una volta come le logiche privatistiche e del profitto siano dannose per le opere pubbliche , per la sicurezza in generale occorre un serio ripensamento sulla gestione delle risorse e strutture di pubblica utilità , esse devono necessariamente tornare sotto la pubblica gestione , impossibile ed immorale in questi casi parlare di profitto e risparmio , lo stato torni ad essere gestore unico di scuola sanitá infrastrutture , mai più Genova .